La paura fa novanta II
La paura fa novanta II.jpg
Titolo originale: Treehouse of horror II
Stagione/episodio: 3x07
Codice produzione: 8F02
Prima TV USA.png: 31 ottobre 1991
Prima TV ITA.png: 30 novembre 1993

La paura fa novanta II è il settimo episodio della terza stagione, ed il secondo special di Halloween.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Introduzione[modifica | modifica sorgente]

Come per lo scorso episodio di Halloween, Marge avverte i telespettatori della violenza dell'episodio, invitando nuovamente tutti a non guardarlo. Poi rinuncia sapendo che nessuno seguirà il suo consiglio. Parte la sigla. Marge, Bart, Lisa e Maggie sono tornati da una passeggiata facendo "Dolcetto o scherzetto" con un bel bottino, e per paura che si ingozzino, Marge consiglia ai suoi figli e a suo marito di non esagerare con i dolci. Nessuno ascolta il suo consiglio, così la notte avranno tutti gli incubi.

La zampa di scimmia (The monkey's paw)[modifica | modifica sorgente]

Lisa sogna di essere andata in Marocco con la sua famiglia. Qui Homer compra una zampa di scimmia da un misterioso venditore, il quale afferma che essa è magica e può esprimere alcuni desideri, ma a un caro prezzo. Homer non si fa impressionare e la compra.
Quando tornano a casa, Bart e Lisa iniziano a litigare su quale desiderio esprimere per primo, e intanto Maggie ne approfitta per esprimere il suo desiderio: all'improvviso una limousine si ferma davanti alla porta di casa Simpson. In realtà, però, l'autista del veicolo era arrivato solo per consegnare un ciuccio nuovo a Maggie! Bart allora desidera che i Simpson diventino ricchi e famosi: ciò accade, ma tutti iniziano a non sopportarli più per via del merchandising a loro correlato. Lisa intanto desidera la pace nel mondo, cosa che puntualmente si verifica. Kodos e Kang, però, ne approfittano per invadere la Terra, e nessuno li può fermare dato che tutte le armi del mondo sono state distrutte. Homer, dopo aver sprecato un desiderio, getta via la zampa, che viene raccolta da Ned Flanders: Ned desidera che gli alieni se ne vadano e per questo diventa l'uomo più popolare della città.

La zona Bart (The Bart zone)[modifica | modifica sorgente]

In questo segmento Bart sogna di essere un ragazzo dotato di poteri psichici con cui può modificare la realtà a proprio piacimento. Dato che è anche capace di leggere la mente delle persone, tutti coloro che non pensano a cose felici vengono rapidamente tramutati in bizzarre creature. Bart è libero di tiranneggiare tutti gli abitanti di Springfield, fino a quando Homer lo fa arrabbiare, cambiando canale mentre il figlio sta guardando Krusty il clown: per tutta risposta Bart trasforma Homer in un pupazzo a molla.

I familiari, per risolvere la situazione, portano entrambi dal dr. Marvin Monroe, il quale suggerisce che padre e figlio dovrebbero passare più tempo assieme. Homer e Bart si dilettano in mille attività insieme, fino a quando quest'ultimo chiede a Homer come può ripagarlo, e lui risponde che vuole indietro il suo corpo. Bart, allora, lo fa tornare normale

Se solo avessi un cervello (If I only had a brain)[modifica | modifica sorgente]

Homer sogna di essere licenziato dalla centrale nucleare perché dormiva durante le ore di lavoro. Il signor Burns è convinto che il problema della sua centrale siano gli operai, che non hanno forza di volontà, per questo li vuole rimpiazzare con dei robot. Un prototipo è già pronto, però necessita di un cervello umano per funzionare correttamente.
Intanto, Homer trova lavoro come becchino al cimitero di Springfield, però anche qui si addormenta sul lavoro, e lo fa in una fossa appena scavata. La notte, Burns e Smithers arrivano al cimitero per trafugare cadaveri freschi in modo da estrarre loro il cervello da usare nel robot, e trovano Homer: credendo che sia un cadavere (anche per colpa dell'odore) lo portano con sé al laboratorio.

L'esperimento funziona, solo che il robot acquista tutte le caratteristiche comportamentali di Homer: si appisola e si abbuffa di ciambelle e birra. Deluso dal risultato dell'esperimento, Burns fa per distruggere la macchina, che però si ribalta schiacciandolo. A quel punto Homer si sveglia, ma scopre che la testa del signor Burns è stata attaccata al suo corpo.


Citazioni e riferimenti[modifica | modifica sorgente]

La zampa di scimmia[modifica | modifica sorgente]

  • La scena nella quale Homer tenta di portarsi via dei souvenir è una citazione al film Fuga di mezzanotte.

La zona Bart[modifica | modifica sorgente]

  • Il titolo, utilizzato anche e in un altro special di Halloween, il quindicesimo, è una citazione al film La zona morta.
  • La trama è una parodia di un episodio della serie Ai confini della realtà, intitolato It's a Good Life.Dal commento audio dell'episodio di Matt Groening, Al Jean, Mike Reiss, Dan Castellaneta, Jeff Martin e Jim Reardon presente nel DVD della terza stagione.
  • Il fatto che Jasper venga trasformato in un cane è un riferimento al film L'invasione degli Ultracorpi.

Se solo avessi un cervello[modifica | modifica sorgente]

  • Il segmento è una parodia di Frankenstein.
  • La fine dell'episodio è una citazione al film The thing with two heads.
  • C'è un riferimento a Il mago di Oz, in quanto "Se avessi un cervello" era ciò che diceva lo Spaventapasseri della storia.
*Nota: Alcuni dei link qui sopra sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto. I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.