FANDOM


La paura fa novanta VI
La paura fa novanta VI
Titolo originale: Treehouse of Horror VI
Stagione/episodio: 7x06
Codice produzione: 3F04
Prima TV USA: 29 ottobre 1995
Prima TV ITA: 13 settembre 1998

La paura fa novanta VI è il sesto episodio della settima stagione, ed il sesto special di Halloween.

TramaModifica

IntroduzioneModifica

In una cupa foresta cavalca il "Cavaliere senza testa", il quale stringe in mano la testa di Krusty il clown, ancora ghignante. Il cavaliere lancia la testa di Krusty contro lo schermo, questa si spiaccica formando con il sangue la scritta "Treehouse of Horror VI".

L'attacco degli scorfani alti 16 metri (Attack of the 50ft. Eyesores)Modifica

Proprio mentre un misterioso fenomeno atmosferico fa vivere cartelloni e sagome pubblicitarie, Homer ha l'idea di trafugare la ciambella gigante della mascotte di una catena di fast food, il "Picciotto Cicciotto" (Lard Lad).
Ovviamente la statua si anima e inizia a creare scompiglio per tutta Springfield, anche dopo che la ciambella le è stata restituita. Le sagome pubblicitarie hanno distrutto mezza città, quando Lisa si fa venire un'idea: la pubblicità esiste solo per essere guardata, e se tutti la ignorano cessa il suo scopo. Per questo riesce a convincere Paul Anka a cantare una canzone il cui messaggio è "non guardate i mostri": il semplice motivetto si fa strada nella testa degli abitanti di Springfield che poco alla volta si disinteressano alle mascotte. Homer però è ancora attratto da Picciotto Cicciotto, che gli mostra la sua ciambella nella speranza di tenere desta la sua attenzione. Lisa prende il padre e lo fa voltare.

Alla fine tutti i "mostri" tornano ad essere le semplici pubblicità che erano.

Incubo a Evergreen Terrace (A Nightmare on Evergreen Terrace)Modifica

Bart fa un sogno in cui gioca col frisbee assieme al Piccolo Aiutante di Babbo Natale: improvvisamente, dal nulla compare Willie il giardiniere, con il suo rastrello al posto della mano destra, che gli fa uno squarcio sul petto. Bart si sveglia all'istante e scopre che ha davvero dei graffi sul petto simili a quelli fattigli da Willie durante il sogno.

A scuola, Martin Prince si addormenta e fa un sogno, anche in questo caso Willie appare e lo uccide, facendolo morire anche nel mondo reale. Tornati a casa, Bart e Lisa raccontano a Marge l'accaduto, e lei si trova costretta a confessare cosa accadde a Willie: durante una riunione fra insegnanti e genitori, Willie morì bruciato perché la scuola non aveva abbastanza soldi per permettersi di aggiustare la caldaia né per acquistare nuovi estintori. Dato che nessuno aveva fatto niente per aiutarlo, Willie prima di morire giurò che avrebbe ucciso tutti i figli dei presenti, e ora potrebbe toccare a Bart e Lisa.

I due cercano di stare svegli il più possibile, ma è tutto inutile e improvvisamente si ritrovano in un incubo ambientato a scuola, in cui Willie si è trasformato nel suo stesso trattore. I due con un po' d'astuzia riescono a farlo cascare nelle sabbie mobili: sembra tutto finito, ma improvvisamente Willie riemerge sotto forma di mostruoso ibrido tra un ragno e una cornamusa (date le sue origini scozzesi).

Fortunatamente anche Maggie si era addormentata con loro e grazie al suo ciuccio ostruisce lo sfiatatoio della cornamusa, facendo gonfiare e poi esplodere il giardiniere. Il giorno dopo, Bart e Lisa prendono il bus per andare a scuola, ma trovano ancora Willie che li vuole uccidere: ora però è solo una persona normale e pure piuttosto stupida.

Homer³ (Homer³)Modifica

Homer, per sfuggire alle cognate Patty e Selma, si nasconde dietro la libreria, trovando un passaggio per la terza dimensione, diventando così anche lui tridimensionale (il paesaggio e Homer sono realizzati in computer grafica). A quel punto vengono fatti intervenire vari personaggi (Ned Flanders, il reverendo Lovejoy, il commissario Winchester, nonno Abe e il prof. Frink), ma nessuno riesce a liberare Homer dalla terza dimensione.
Bart decide di sfidare il tutto per tutto e si getta nel passaggio legato ad una corda: la situazione però è critica, dato che Homer lanciando incautamente uno dei solidi geometrici che giravano per il paesaggio ha causato l'apertura di un buco nero che sta distruggendo la terza dimensione. Bart riesce a salvarsi risalendo sulla corda e a tornare bidimensionale, Homer invece si disintegra assieme al mondo 3D.

Nel finale dell'episodio, Homer si ri-materializza nel mondo degli esseri umani in carne e ossa, ed entra in un negozio di torte erotiche.

Premi e accoglienzaModifica

Questo è stato l'episodio con i quali gli autori si sono presentati agli Emmy 1996. Lo show ha però perso e il premio è andato a Mignolo e Prof. Gli ideatori lo presentarono pensando che l'animazione in 3D avrebbe attratto i votanti e che invece premiarono un episodio più commovente e meno violente, rispetto a questo special di Halloween. A detta degli scrittori, la stagione conteneva molti episodi più commoventi che avrebbero fatto presa sui giudici e che avrebbero letteralmente distrutto Mignolo e Prof., come Mamma Simpson, Lisa, la vegetariana e Bart si vende l'anima.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.